La Giacca

David_Gandy_for_GQ_Japan_by_Arnaldo_Anaya-Lucca_(2009)-a_substOP

Considerato uno dei capi d’abbigliamento più antichi, la giacca, resta uno dei punti saldi di chi vuole vestire con classe e stile, in quanto uno dei simboli dell’eleganza maschile.
Il prototipo dell’attuale giacca nasce in Francia, durante il periodo di Luigi XVI, con il nome di Jaquette, letteralmente giacchetta.
Questo nome si deve all’indumento che indossarono i contadini durante le rivolte popolari francesi del XIV secolo, che appunto venivano chiamati Jaques; essi indossavano un vestito corto, composto da maniche e tasche, dal taglio molto semplice.
Nel corso della storia la giacca ha subito varie evoluzioni, fino ad arrivare all’ottocento, secolo in cui si connota per come la conosciamo oggi, corredata con pantaloni, camicia, cravatta e gilet.
Essa si compone di spalle, che devono seguire perfettamente le forme di chi la indossa, ma senza essere strette al punto da formare rigonfiamenti della manica in corrispondenza della muscolatura.
Vi è poi il collo, la parte posteriore adiacente il collo della camicia; esso deve essere perfettamente aderente in qualsiasi situazione, ma ben calcolato in modo da non essere troppo corto e provocare quindi un’innalzamento dei lembi anteriori della giacca, e viceversa troppo lungo provocando una scomposizione di questi ultimi.
Il torace invece, parte centrale in corrispondenza dei bottoni, deve essere misurato in modo da riuscire facilmente ad allacciare i bottoni della giacca senza che stringa quando si è seduti.
Le giacche possono avere generalmente due numeri diversi di bottoni; vi sono quelle a tre bottoni in cui va allacciato solo quello centrale e quelle a due bottoni in cui si allaccia solo quello superiore.
Nel caso delle monopetto, quello inferiore non allacciatelo mai.
Per quanto riguarda il giromanica invece, deve essere misurato in modo che la parte adiacente l’ascella non risulti ne troppo larga ne troppo stretta.
Infine vi è il drop, rapporto tra la larghezza del torace e la larghezza della vita.
Presa in considerazione la taglia, sarà drop 8 per chi ha una vita stretta rispetto al torace, drop 6 per un rapporto normale, generalmente la più diffusa in quanto più facile da vendere perché più adattabile, e drop 4 per chi ha una vita larga.

men-683655_960_720

Le tipologie di giacche sono varie, generalmente differiscono per la tipologia di petto, monopetto o doppiopetto, e per il loro utilizzo.
La più elegante è senza dubbio la monopetto a un bottone, esclusivamente da smoking.
Vi è poi la monopetto a due o tre bottoni, perfetta per un utilizzo formale.
Come doppio petto troviamo invece quella a sei bottoni, in conformazione tre più tre, in cui si può allacciare solo il bottone centrale, solo il bottone inferiore oppure entrambi.
Il doppio petto a quattro bottoni in conformazione due più due invece si allaccia solo con il bottone inferiore.
La giacca sportiva differisce per la presenza di spacchi e tasche cucite a toppa, ed è composta da tre o quattro bottoni.
Il modello Sahariana presenta quattro tasche a soffietto e una chiusura a cintura, molto casual il suo utilizzo.
Infine la giacca da camera, che è solitamente di velluto con reverse in raso, può essere allacciata con bottoni o con cintura; molto in voga in questa stagione nella tonalità blu notte.

Recent Posts

Recent Comments

Archives

Categories

Meta

Archives

riccardocarmagnola Written by:

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *